Strategie di export

100 Post di Export OK – Strategia e Internazionalizzazione

Immagine Postato il Aggiornato il

Export manager, geopolitica e strategie di internazionalizzazione

100 post di Export OK, il blog dedicato ad export, internazionalizzazione, geopolitica, strategie di internazionalizzazione e – naturalmente – export manager, temporary o meno.

 

Temporary export manager, geopolitica e strategie di internazionalizzazione
Il temporary export manager ha bisogno di conoscere la geopolitica e le  strategie di internazionalizzazione per potere aiutare le imprese

Questo e’ il post numero cento di Export OK: il primo post e’ del 4 giugno 2015 – aggiornato poi nel 2017.

100 post sono una grande soddisfazione, anche perche’ vi sono ben pochi blog dedicati ad export, internazionalizzazione, geopolitica e strategie di internazionalizzazione – anzi, che io sappia proprio nessuno. Vi sono vari siti commerciali dedicati ai temporary export manager, ma che io sappia non ve ne sono di dedicati agli export manager che vogliono sapere come muoversi nel complesso mondo odierno.

Nel corso di questi 100 post ho ricevuto numerosi attestati di stima ed incoraggiamenti a continuare: grazie a tutti coloro – e sono veramente tanti – che mi hanno sempre sostenuto.

Grazie anche ai miei numerosi lettori, molti dei quali sono diventati followers – sia direttamente sul blog che via e-mail.

Con questi 100 post, spero di avere aiutato le imprese, soprattutto le PMI e le aziende del made in Italy, a trovare la loro strada nel mondo.

E naturalmente, ecco la sitemap con i link a tutti e cento i post:

https://exportok.com/sitemap/

PMI ed Export – Eurafrica od Eurasia?

Postato il Aggiornato il

Export delle PMI, in Africa o AsiaEurafrica od Eurasia?

Il futuro delle PMI sta a sud od a est? In quale direzione vi sono più prospettive per l’export?

Per una PMI contano non solo i fattori economici e geopolitici, ma anche la facilità di fare business, la logistica, la facilità del mercato, la concorrenza, la cultura ed il modo di vita locali.

Al di là delle teorie e convinzioni (talvolta ideologiche) correnti, qual’è la scelta ideale che l’impresa europea dovrebbe fare?

Ovviamente, non è che le PMI italiane e ticinesi siano obbligate a scegliere, ma è ben ovvio che l’indirizzo (se vogliamo anche politico) generale avrà un’influenza determinante; sempre ovviamente, non è che una PMI possa decidere alla leggera un piano strategico di export che comprenda sia Sud che Est.

Immigrazione in EuropaNon bisogna poi dimenticare che il fenomeno di milioni di extracomunitari africani – moltissimi dei quali (nel caso italiano) arrivano via Mediterraneo – fenomeno che sta cambiando il tessuto sociale (ed anche politico, vedi le elezioni regionali francesi ed il nuovo sindaco di Londra) dell’Europa.

Per considerazioni su alcune conseguenze dell’immigrazione sull’export, consiglio l’articolo Export del Made in Italy e Immigrazione.
Continua a leggere