Immigrazione

Situazione in Libia: la Guerra Inevitabile e l’Italia Naif

Postato il Aggiornato il

Situazione in Libia: la guerra si avicina sempre piu’ a Tripoli

L’Italia non comprende la situazione in Libia e se la prende con la Francia. In realta’ una breve guerra aperta e’ preferibile a quella civile ed all’anarchia in atto da anni. La vittoria di Haftar – nemico dell’Isis e dei jihadisti in Libia – e’ forse la soluzione migliore.

CONTINUA A LEGGERE

Effetti dell’immigrazione sulle Imprese – PMI per Prime

Postato il Aggiornato il

Immigrazione ed imprese, specie PMI

L’Italia come case study degli effetti dell’immigrazione sulle imprese, PMI per prime: mercato interno sempre piu’ difficile, concorrenza delle nuove imprese straniere, perdita di mercato autoctono e grande difficolta’ a penetrare quello degli immigrati, instabilita’ geopolitica crescente. Le imprese devono quindi riorganizzarsi ed imparare a ragionare in termini di instabilita’, nonche’ a considerare l’Italia come un mercato estero – con tutte le conseguenze del caso, rischi per primi.

 

Immigrazione in Italia ed imprese
L’immigrazione in Italia e’ caotica – quali conseguenze per le imprese, PMI per prime?

Avrei potuto scegliere un altro paese europeo per questo studio, ma l’Italia e’ evidentemente il paese dove l’immigrazione e’ piu’ caotica – dove non c’e’ alcuna volonta’ reale di frenare tale fenomeno. E’ anche un paese dove le conseguenze dell’immigrazione sul mondo business e del lavoro si stanno palesando, nonche’ il paese dove c’e’ la volonta’ governativa di introdurre lo ius soli.

D’altro canto, in Italia la seconda generazione degli immigrati giunge alle luci della ribalta con molto ritardo rispetto ad altri paesi, per cui si tratta di un caso che – pur beneficiando dell’esperienza di altri paesi – e’ ancora chiaro.

Diciamo quindi che l’Italia puo’ essere usata come case study sul futuro delle imprese europee.

Di altri aspetti dell’immigrazione su scala europea ho gia’ scritto in Immigrazione – Conseguenze Strategiche ed Aspetti di Gestione. Continua a leggere

Il Conflitto tra Occidente e Russia – Parte 2: Fattori Ideologici e Guerra dell’Informazione

Postato il Aggiornato il

 

Guerra dell'informazione - infowar - tra populismo ed elitismo, tra Occidente e Russia

Nella prima parte di questo articolo, ovvero ‘La Verita’ sul Conflitto tra Occidente e Russia – Parte 1: Fattori Geopolitici‘, ho parlato dei fattori geopolitici del conflitto. In questa seconda parte analizzo i fattori ideologici e quella che e’ a tutti gli effetti una guerra dell’informazione – in breve, infowar – tra l’Occidente e la Russia, nonche’ le conseguenze piu’ immediate sull’export e l’internazionalizzazione delle imprese.

 

Guerra dell'informazioneNell’appena citata prima parte, terminavo con la frase seguente:

[…] Se la reazione [USA] contro la Cina e’ di tipo militare – anche perche’ i media ed i socials sono di origine cinese, o controllati dal governo – la reazione contro la Russia e’ principalmente una vera e propria guerra dell’informazione, condotta da USA ed UE […]

Passiamo quindi ad un’analisi preliminare dei fattori ideologici, apparentemente piu’ influenti (soprattutto i Europa) di quelli geopolitici ed all’infowar: quest’ultima mi sembra piu’ legata a fattori ideologici che geopolitici – in effetti e’ difficile capire dove e finiscano i primi e comincino i secondi. Continua a leggere