Kazakistan

Russia – Il Mercato per Chi fa Internazionalizzazione

Postato il Aggiornato il

Internazionalizzazione ed export in RussiaCominciamo da una notizia di cui poco-niente hanno detto i media occidentali: la Russia ha deciso delle limitazioni molto strette sull’importazione – da parte delle aziende di stato o supportate dallo stato – di apparecchiature elettroniche, meccanica, apparati medicali, software, ecc.

In poche parole, per quanto riguarda prodotti come computers, cellulari, TV, monitor, ecc., le restrizioni verranno applicate quando partecipino all’offerta almeno due aziende russe o dell’Unione Economica Eurasiatica – per la UEE, vedi PMI ed Export – Eurafrica od Eurasia?

Gia’ in precedenza vi erano limiti sull’import di software: prima di acquistare SW straniero, deve essere consultato un registro speciale – non vi deve essere un produttore russo in grado di produrre software equivalente.

Vi sono poi limiti sull’ingegneria meccanica, gli apparati medicali, il settore della difesa, ecc.

Piccola e media impresa meccanica ed internazionalizzazione di impresa

Credere che questo non sia solo l’inizio, o che non sia legato alla politica estera UE/USA ed all’attacco (politico) in atto contro la Russia in Siria, sarebbe pure follia.

La nota positiva?

Le restrizioni non si applicano a cio’ che viene prodotto in Russia – e verosimilmente nell’Unione Economica Eurasiatica (UEE). Nel dettaglio: ‘… Un apparato elettronico puo’ essere riconosciuto come russo, se viene prodotto come parte di un contratto tra il produttore e la Russia o se la produzione e’ localizzata nel paese – An electronic device can be recognized as Russian, if it is produced as part of a contract between the producer and Russia or if the production is localized in the country …’

In poche parole non stiamo parlando di export, ma di internazionalizzazione; non stiamo certamente parlando di Eurafrica, ma di Eurasia.

Sfortunatamente, la politica estera Occidentale degli ultimi anni e’ stata (ed e’) suicida dal punto di vista dell’export in Russia ed Asia – e segnatamente nella UEE; se poi consideriamo l’Italia, vi e’ evidentemente una “fissazione” per l’Africa che arriva a sfiorare l’assurdo. Continua a leggere

La UE sta Distruggendo l’Export delle Imprese?

Postato il Aggiornato il

UE ed export delle impreseLe notizie dicono tutto: la UE ha deciso di estendere nuovamente le sanzioni contro la Russia, per cui saranno chiaramente estese anche le contro-sanzioni russe.

I danni provocati all’export delle imprese, in particolare alle PMI, sono gia’ stati enormi: varie aziende sono andate in crisi, intere aree (ad esempio in Veneto) sono state “devastate”, anni di impegno e lavoro sono andati in fumo.

Ma la cosa non finisce qui!

La Russia sta cercando di sostituire i prodotti delle imprese della UE con prodotti propri o di altri paesi; in poche parole, le aziende dell’Unione Europea stanno perdendo per sempre un mercato enorme.

Imprese che fanno export ed internazionalizzazione
Tempi sempre piu’ difficili per le imprese della UE che fanno export ed internazionalizzazione

Di piu’, questa situazione – per i motivi che vedremo piu’ avanti – porta a conseguenze sull’export che vanno ben al di la’ della Russia.

Senza contare che la nuova rotta (ben poco economica ma molto politica, vedi La Strategia Politico-Economica Russa della UE) della UE potrebbe portare molti altri paesi alla cautela, e quindi a maggiori difficolta’ per le imprese che stanno cercando di internazionalizzare.

Ma cominciamo dagli aspetti geopolitici. Continua a leggere

PMI ed Export – Eurafrica od Eurasia?

Postato il Aggiornato il

Export delle PMI, in Africa o AsiaEurafrica od Eurasia?

Il futuro delle PMI sta a sud od a est? In quale direzione vi sono più prospettive per l’export?

Per una PMI contano non solo i fattori economici e geopolitici, ma anche la facilità di fare business, la logistica, la facilità del mercato, la concorrenza, la cultura ed il modo di vita locali.

Al di là delle teorie e convinzioni (talvolta ideologiche) correnti, qual’è la scelta ideale che l’impresa europea dovrebbe fare?

Ovviamente, non è che le PMI italiane e ticinesi siano obbligate a scegliere, ma è ben ovvio che l’indirizzo (se vogliamo anche politico) generale avrà un’influenza determinante; sempre ovviamente, non è che una PMI possa decidere alla leggera un piano strategico di export che comprenda sia Sud che Est.

Immigrazione in EuropaNon bisogna poi dimenticare che il fenomeno di milioni di extracomunitari africani – moltissimi dei quali (nel caso italiano) arrivano via Mediterraneo – fenomeno che sta cambiando il tessuto sociale (ed anche politico, vedi le elezioni regionali francesi ed il nuovo sindaco di Londra) dell’Europa.

Per considerazioni su alcune conseguenze dell’immigrazione sull’export, consiglio l’articolo Export del Made in Italy e Immigrazione.
Continua a leggere