USA 2020 – L’Inferno dei Dazi

Postato il Aggiornato il

Senza un calcolo dazi doganali USA, gli States non sono piu' un grande paese pieno di opportunita'

Se avete mai fatto un calcolo dazi doganali USA, sapete che dimenticare la dogana e’ come dimenticare le tasse. E l’export negli States nel 2020?

 

DAZI – ODDIO, CHI SONO COSTORO?

I dazi sono spesso sottovalutati, eppure prendete il caso degli Stati Uniti: se avete mai fatto un calcolo dazi doganali USA per il vostro export, sapete di cosa stiamo parlando.

Il codice doganale

Vi siete mai chiesti perche’ c’e’ un codice doganale da inserire? Di solito, perche’ finche’ non pagate il dazio, la vostra merce non entra nel paese.

Figuratevi che perfino all’interno della UE – libero scambio – si usa un codice. In Italia, e’ conosciuto come codice Taric.

Se avete mai avuto a che fare con la Cina, sapete che il dazio influisce enormemente sulle spese di export. E servono i codici doganali corretti.

Dazi in USA non significa solo mettere il corretto codice doganale
Dazi in USA non significa solo mettere il corretto codice doganale

Dazio significa costi ulteriori

Parlando di Cina, se solo guardate qualche sito dedicato all’internazionalizzazione, avete buone probabilita’ di trovare la Cina in primo piano.

Peccato che i costi doganali non siano sottolineati, non come le “grandi” opportunita’. Insomma, se ci sono, li dovete cercare per bene.

Peccato che i dazi cinesi siano altissimi, un fattore che cambia completamente la posta in gioco.

Bisognera’ vedere cosa accadra’ dopo la fine dell’epidemia di Coronavirus, ovviamente.

Il mito dell'America e' finito - non si capisce perche' alcune societa' di consulenza spingano le aziende a fare export negli USA a prescindere
Il mito dell’America e’ finito – non si capisce perche’ alcune societa’ di consulenza spingano le aziende a fare export negli USA a prescindere

 

COM’E’ ESPORTARE IN USA NEL 2020?

No geopolitica? Ahiahiahi!

Come ben sapete, l’arte della geopolitica e’ fondamentale per export ed internazionalizzazione.

Penso che i miei articoli vi abbiano convinti della necessita’ assoluta di fare una specifica analisi geopolitica. Ad esempio, potete vedere gli articoli su Iran, Mar Cinese Meridionale, Russia, Penisola Arabica, Turchia, ecc.

Penso che l’avere previsto – con ampio od amplissimo anticipo – un tentativo di colpo di stato in Turchia e la probabile elezione di Ronald J. Trump dimostri il punto.

Una portaerei della US Navy. La marina americana e' un mezzo geopolitico, usato per favorire l'interesse nazionale - di cui fa parte l'influenza economica all'estero
Una portaerei della US Navy. La marina americana e’ un mezzo geopolitico, usato per favorire l’interesse nazionale – di cui fa parte l’influenza economica all’estero

Una previsione geopolitica e’ possibile

Ovviamente, nessuno puo’ prevedere al 100% il futuro. Ma chi fa i suoi calcoli, come minimo migliora il suo export.

Si puo’ sbagliare?

Certo che si puo’ sbagliare. Ma siccome il mondo e’ grande, perche’ non scegliere le destinazioni delle proprie esportazioni anche sulla base di analisi geopolitiche?

Qualche tempo fa, ho ipotizzato una nuova "guerra" civile negli USA. Ora, persone autorevoli fanno la stessa ipotesi
Qualche tempo fa, ho ipotizzato una nuova “guerra” civile negli USA. Ora, persone autorevoli fanno la stessa ipotesi

USA 2020

Mi pare evidente: la situazione e’ destinata a peggiorare.

Gli USA stanno chiudendo le porte commerciali – in entrata – al mondo. Anche alla UE.

Lo so che molti continuano a spingere per l’export in USA a prescindere. Perfino alcune societa’ di consulenza. Ma costoro lo sanno che una guerra doganale non e’ assolutamente da escludere?

Come minimo, dovreste prima fare un’ipotesi futuribile – e fare un bel calcolo dei dazi doganali USA sulla base dell’ipotesi.

Una guerra doganale comporta molte altre cose spiacevoli - nessuno puo' veramente prevederne tutte le implicazioni
Una guerra doganale comporta molte altre cose spiacevoli – nessuno puo’ veramente prevederne tutte le implicazioni

 

NON SOLO GUERRA DOGANALE

Ipotesi di guerra doganale

Una simile guerra, non si sa come potra’ andare a finire.

Prendete come esempio gli eventi abbastanza recenti: il presidente Trump ha attaccato pesantemente la Germania perche’ commercia con la Russia. Cio’ sta mettendo in discussione non solo i rapporti tra Stati Uniti e Germania – ed UE – ma anche la NATO.

Figuratevi cosa potrebbe succedere in caso di guerra doganale.

E naturalmente, c’e’ l’incertezza sul dazio:

  • Quanto dovro’ pagare lunedi’ 5?
  • Quanto dovro’ pagare giovedi’ 22?
E se i dazi colpissero pesantemente l'export della meccanica? Senza pensare agli effetti su Industria 4.0 - e se qualcuno volesse portare una macchina utensile italiana in una filiale negli Stati Uniti? Il Decreto Dignita' italiano ha gia' dato un'idea di cosa significa penalizzare le aziende con filiali all'estero
E se i dazi colpissero pesantemente l’export della meccanica? Senza pensare agli effetti su Industria 4.0 – e se qualcuno volesse portare una macchina utensile italiana in una filiale negli Stati Uniti? Il Decreto Dignita’ italiano ha gia’ dato un’idea di cosa significa penalizzare le aziende con filiali all’estero

Oltre la guerra commerciale

Non c’e’ niente di peggio di toccare un Paese sull’economia. Si arrabbiano tutti, dal disoccupato ai primi ministri.

Quando c’e’ una guerra commerciale in corso, ci sono conseguenze collaterali – collateral damage. Sono tante e spesso imprevedibili – a quel punto mette lo zampino anche il folletto dell’anarchia.

Ma c’e’ di piu’. Cominciano i “dispetti”, in dogana od altrove.

La merce ci mette mesi prima di essere sdoganata, la burocrazia diventa insormontabile, ecc.

Vorrei ben vedere come se la puo’ cavare una PMI in queste condizioni.

Perche' il piano italiano Industria 4.0 sta avendo tanto successo? Perche' agisce sulle tasse. E cos'e' un dazio, se non una tassa sul tuo export?
Perche’ il piano italiano Industria 4.0 sta avendo tanto successo? Perche’ agisce sulle tasse. E cos’e’ un dazio, se non una tassa sul tuo export?

 

E LA MIA AZIENDA?

Le tasse

Nessuno mette su un’azienda, o fa un acquisto, senza prima valutare l’aspetto tasse. Che e’ poi il motivo per cui il Piano Nazionale Industria 4.0 ha tanto successo: incentivi che consentono di pagare meno tasse.

Se il vostro commercialista non valuta il fattore tasse, lo “spedite” alla velocita’ della luce, vero?

Esportare significa fare prima i conti dei costi logistici e di quelli legati ai dazi. Nel caso degli States, significa anche cercare di prevedere il futuro - una nave porta-container non arriva in America in poche ore
Esportare significa fare prima i conti dei costi logistici e di quelli legati ai dazi. Nel caso degli States, significa anche cercare di prevedere il futuro – una nave porta-container non arriva in America in poche ore

I dazi – questi conosciuti

Non mi direte che avete pensato di fare export dall’Italia senza sentire prima l’Agenzia delle Dogane, vero? O perlomeno una seria societa’ di logistica.

Se una societa’ di consulenza per l’internazionalizzazione non vi parla subito dei dazi, che fate?

Se qualcuno vi parla delle grandi opportunita’ negli States – od in Cina – ma non prende in considerazione i dazi attuali ed i fattori geopolitici, che fate?

Mi piacerebbe sentire la vostra risposta.

La guerra commerciale che sta iniziando con gli Stati Uniti rende sempre piu' appetibile l'Export verso Oriente
La guerra commerciale che sta iniziando con gli Stati Uniti rende sempre piu’ appetibile l’Export verso Oriente

 

FAQ?

Domanda 1

Dopo l’accordo commerciale tra USA e Cina, cosa succedera’ alle imprese europee?

Risposta 1

In teoria molto, in pratica resta da vedere.

Pare che l’accordo non sia poi cosi’ un frande risultato. Porebbe benissimo essere una mossa elettorale di Donald Trump in vista delle elezioni presidenziali in America.

Potrebbe anche essere il preludio all’apertura di un nuovo fronte contro l’Europa.

Penso che la verita’ stia nel mezzo:

  1. Una pausa – perlomeno in alcuni settori – nella guerra commerciale con la Cina
  2. L’occasione di imporre nuovi dazi contro l’Unione Europea – per dimostrare quanto Trump sia forte in vista delle elezioni.
Il mondo dopo il Coronavirus e' un dilemma. Del resto, molte aziende non sopravviveranno all'epidemia, altre non riusciranno ad adattarsi al nuovo mondo
Il mondo dopo il Coronavirus e’ un dilemma. Del resto, molte aziende non sopravviveranno all’epidemia, altre non riusciranno ad adattarsi al nuovo mondo

Domanda 2

Quale sara’ il futuro del commercio con gli Stati Uniti dopo l’epidemia di Coronavirus?

Risposta 2

La chiusura verso l’esterno di molte nazioni – USA inclusi – avra’ conseguenze anche dopo la pandemia Covid-19.

Ad esempio, gia’ ora in Italia molti invitano ad acquistare – ora e dopo – italiano per sostenere le imprese italiane.

Accadra’ lo stesso in molti altri paesi.

Inoltre, sospetto che alcuni paesi – gli Stati Uniti dell’amministrazione Trump per primi – possano approfittare dell’occasione per fare un po’ di protezionismo.

Per approfondire gli effetti del virus SARS-CoV-2, consiglio la lettura del mio articolo Come sara’ il Mondo dopo il Coronavirus? Il Futuro delle Aziende.

Le variabili sono molte, ma non vedo un grandissimo futuro per l’export italiano negli USA.

Le elezioni presidenziali americane saranno uno spartiacque. In ogni caso, Trump cerchera' in tutti i modi di farsi vedere come un presidente forte
Le elezioni presidenziali americane saranno uno spartiacque. In ogni caso, Trump cerchera’ in tutti i modi di farsi vedere come un presidente forte

 

HAI DOMANDE?

Se ti servono chiarimenti sugli USA – od altri paesi – contattami quando vuoi. Ora, puoi farlo con facilita’ alla pagina Contatti.

Puoi scrivermi quando vuoi anche per:

  1. Gestire situazioni complesse
  2. Analisi approfondite. L’articolo che hai appena letto e’ divulgativo
  3. Consulenze professionali
  4. Analisi strategiche
  5. Una consulenza od un’analisi geopolitica di spessore e dedicata.

Export OK e’ anche su Telegram, dove posto piu’ frequentemente: https://t.me/exportok

I commenti a questo articolo sono molto graditi.

Molti consulenti di internazionalizzazione dipingono gli Stati Uniti come il paese dei sogni. Purtropp dimenticano dimenticando che il sogno americano e' finito molti anni fa
Molti consulenti di internazionalizzazione dipingono gli Stati Uniti come il paese dei sogni. Purtropp dimenticano dimenticando che il sogno americano e’ finito molti anni fa

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.